Astenuto = Untore? Il sistema è riuscito a dividerci ulteriormente

27/09/22


Partiamo dal presupposto, che il tavolo era già truccato in parte dall'inizio. Ma la divisione dell'opposizione nasce molti mesi fa. Le manifestazioni erano sempre divise città per città e mai una manifestazione unificata, con tutti i partiti di opposizione, insieme a Roma. Questo era già un chiaro campanello di allarme.


Costituendo un fronte unico di opposizione, dove i singoli partiti avrebbero mantenuto ugualmente le singole identità partitiche, i cittadini si sarebbero sentiti più tutelati sicuramente.


Ma forse, costituendo un fronte unico di opposizione, all'interno dello stesso, si sarebbero smascherati più facilmente i partiti di finta opposizione.


Ed ecco, che alla fine delle votazioni, stranamente l'opposizione incomincia a bannare gli astenuti come dissidenti e untori. Non vi ricorda qualcosa? La stessa strategia usata dal sistema contro i no vax.


Il voto si guadagna tramite la fiducia, si stanno cercando mille scuse, escludendo a priori che la causa non è la divisione dell'opposizione. Invece è proprio quello il problema!

I partiti di opposizione, si stanno comportando tali e quali agli aguzzini atlantisti e di conseguenza stanno influenzando la massa, per portarci ad un'ulteriore divisione. Un astenuto è colui che per scelta ha deciso, che il suo prezioso voto, non lo merita nessuno. Ogni singola scelta individuale, in ambito elettorale, va rispettata!


L'unica arma politica democratica, rimane sempre l'unione di opposizione contro questo sistema atlantista, mettendo da parte qualsiasi pregiudizio partitico.

Spero che in futuro, questo possa accadere veramente, per far si che l'Italia ritorni agli Italiani.


Walter Russi







27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti